Alla faccia del regalo di compleanno: una Lamborghini da 200mila euro per Insigne

Lorenzo Insigne ha compiuto ieri 29 anni. Il capitano del Napoli ha ricevuto da sua moglie Jenny Darone un regalo davvero speciale (e inaspettato). La donna, infatti, ha sorpreso il calciatore azzurro con una Lamborghini Huracan EVO dal valore di oltre 200 mila euro. L’auto è stata fatta trovare direttamente fuori dall’abitazione della famiglia Insigne a Frattamaggiore, come mostrano le foto diffuse sui social.

Buon compleanno Insigne: una Lamborghini in regalo!


Di seguito il messaggio pubblicato nella giornata di ieri dalla SSC Napoli: “Compleanno in casa azzurra. Lorenzo Insigne compie 29 anni. L’attaccante napoletano è nato il 4 giugno 1991. Al capitano azzurro vanno gli auguri del Presidente De Laurentiis e di tutta la SSC Napoli”.

Gli scatti sono stati pubblicati su Instagram dal wedding planner Nicola Pezzella. Un grande fiocco rosso avvolge l’automobile regalata al numero 24.


Il suo ruolo originale era inizialmente quello dell’esterno offensivo sinistro nel 4-3-3 disegnato da Zden?k Zeman durante la sua militanza nel Foggia e nel Pescara. Sebbene prediliga fungere da ala sinistra, è un giocatore tatticamente versatile, capace di svariare su tutto il fronte d’attacco, per poi convergere e calciare in porta; nel corso degli anni ha notevolmente ampliato il proprio raggio d’azione, operando su tutto il versante offensivo come playmaker a supporto delle punte o come seconda punta in virtù della sua visione di gioco, contribuendo all’azione di ripartenza servendo i compagni con lanci in profondità, passaggi filtranti, rapidi scambi di palla e fornendo assist.

Abile battitore di calci di punizione e buon rigorista, nonostante la statura ridotta, dispone di un fisico compatto e gambe forti che, grazie al baricentro basso, gli permettono di imprimere grande potenza ai tiri a giro, sua dote migliore. Rapido nel fraseggio, elegante nei tocchi di palla e puntuale nell’anticipo, è dotato di un dribbling secco e fulmineo, di cui si serve per liberarsi della pressione fisica avversaria; buon finalizzatore, la sua rapidità gli consente di inserirsi negli spazi stretti, penetrare in area di rigore e dirigere le manovre d’attacco.