Barrow, un gol per Bergamo e per la nonna scomparsa: “L'avevo promesso…”

Aveva fatto una promessa e l’ha ampiamente mantenuta: Musa Barrow non ha dimenticato Bergamo anche dopo il trasferimento dall’Atalanta al Bologna. Ieri la rete alla Sampdoria con tanto di pensiero speciale per chi è morto a causa del coronavirus e anche per sua nonna, scomparsa qualche giorno fa. Intervistato nel dopo-gara, l’attaccante si è commosso parlando del momento vissuto in campo e fuori.

Barrow: “Gol per Bergamo e per mia nonna”

Barrow
Barrow (getty images)

“Sono sempre pronto ad aiutare la mia squadra per vincere la partita”, inzia così il pensiero di Musa Barrow al termine di Sampdoria-Bologna. Una risposta come tante ma che fa da preludio ad attimi di commozione. L’attaccante del Bologna, infatti, autore di un gol, ha fatto una dedica speciale: “Il gol che ho fatto l’ho dedicato a Bergamo, come avevo promesso: ho rivolto una preghiera a tutte le persone che hanno perso i loro cari a causa del coronavirus, e anche a mia nonna che è morta questo venerdì”. Il centravanti ex Atalanta ha commosso per le sue parole anche se poco dopo ha ritrovato forza e coraggio per proseguire l’intervista: “Il rigore calciato? Ogni volta che c’è un rigore, se sono lì io sono sempre pronto a tirarlo, non ho mai paura. Mihajlovic mi aiuta sempre, mi dà i consigli giusti per essere sempre più cattivo davanti”.

Grazie al successo in trasferta, il Bologna è salito a quota 37 punti in classifica. Un bel modo per ripartire dopo lo stop per il coronavirus. L’Europa, poi, non dista così tanto. Chissà che proprio Barrow non possa essere il trascinatore dei rossoblù in questo finale di stagione molto particolare in cui non conta solo il campo, ma anche il cuore…

QUI LE NEWS DI GOSSIP