Birindelli striglia la Juve: “Così non va. E Ronaldo non basta”

TORINO- Il 2020 della Juventus si è concluso con un brutto ko casalingo con la Fiorentina, che ha violato lo Stadium con un secco 3-0. Un risultato che mantiene i bianconeri al sesto posto in classifica quota 24 punti, a -10 dal Milan capolista. Ai microfoni di Radio Sportiva, l’ex terzino juventino Alessandro Birindelli ha provato ad analizzare il momento attuale della squadra di Andrea Pirlo:

Juventus-Fiorentina
Il gol di Vlahovic in Juventus-Fiorentina 0-3

“La Juventus ha dimostrato di saper giocare e di poter esprimere un buon ritmo, ma c’è l’impressione che, mollando di un centimetro, possa andare in difficoltà e faticare a riaddrizzare delle partite storte. Conta molto l’aspetto motivazionale e come affronti una partita. Non posso accettare di vedere prima prestazioni come quella di Barcellona o quella di Parma e poi altre in cui la squadra è completamente scarica. Il gruppo deve ritrovarsi e capire il perchè di questi risultati altalenanti. Ronaldo? Sappiamo quanto il portoghese possa fare la differenza, ma la squadra ha bisogno di un qualcosa in più perchè le partite che decideranno la stagione saranno sempre più impegnative. Dybala? La situazione del numero 10 argentino va chiarita una volta per tutte. Va capito quali sono i giocatori in rosa adatti al gioco di Pirlo e quali, invece, non lo sono e sostituirli con profili adatti. Per esempio, se Dybala non rinnovasse andrei a prendere Gomez. La sentenza di Juve-Napoli? Non credo abbia influito sulla prestazione dei calciatori nella partita di martedì. E’ un alibi che puoi usare, ma non credo che questo sia avvenuto. Anzi, avrebbe dovuto dare ancora più motivazioni alla squadra. I giocatori, invece, sono entrati in campo completamente scarichi per altri motivi e su questo si deve lavorare al più presto”.
>>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<