Caso Juve-Napoli, il ds del Parma Carli: “No alle scorciatoie, noi a Udine siamo andati…”

Il caso JuventusNapoli, ribaltato dalla sentenza del Coni, continua a far discutere.

Juventus

E il direttore sportivo del ParmaMarcello Carli, ha parlato della vicenda, legandola alla partita dei ducali a Udine (all’epoca la squadra emiliana aveva 7 giocatori positivi al Covid-19, ndr), giocatasi in condizioni simili  a quelle che portarono l’Asl a sospendere la trasferta azzurra a Torino.

VIDEO Juventus-Napoli, si cerca la data per il recupero: Gattuso commenta così la decisione del Coni

Queste le dichiarazioni del dirigente emiliano.

Col senno di poi, andrei comunque ad Udine? Tutta la vita. A me le scorciatoie non sono mai piaciute. Ho preso anche delle belle botte, mi prendo le mie responsabilità ed è giusto che qualche volta paghi ma le scorciatoie io non le prenderò mai. In quel momento eravamo convinti per il Parma, ma soprattutto per il calcio, che dovevamo dare un segnale forte, che dovevamo giocare contro tutti e davanti a tutti per portare in fondo il campionato. Il motivo per cui il Napoli non è partito non lo so e non mi interessa saperlo, avranno avuto i loro motivi. Noi se la dovessimo giocare altre dieci volte, anche a costo di rimetterci, farei sempre andare la squadra. Non rinnego le mie idee per un punto in classifica” – queste le parole del direttore sportivo del Parma, Marcello Carli.

VIDEO Juventus-Napoli: dalla gara mai giocata, al verdetto del Coni. Ecco tutte le tappe della vicenda