Colombia, il derby di Cali finisce nel sangue: tifoso ucciso a coltellate

Il Clásico tra Deportivo e America de Cali (2-1 a favore del Deportivo) è stato macchiato dal sangue. Prima dell’incontro di domenica un supporter dell’America è stato accoltellato da tre ultras rivali ed è deceduto dopo essere svenuto nei pressi dello stadio.

Festa finale per il Deportivo Cali, dopo il derby macchiato dal sangue

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Il segretario alla sicurezza e alla giustizia dell’ufficio del sindaco di Cali, Carlos Alberto Rojas, ha rivelato ai media che si sta indagando se l’aggressione in cui Andrés Carvajal Escobar, 27 anni, ha perso la vita, abbia avuto origine in uno scontro tra tifoserie rivali prima del derby vinto 2-1 dal Deportivo Calì contro l’America Calì, o uno scontro tra membri di una banda criminale. La Procura ha informato che il minore arrestato sarebbe stato colui che avrebbe attaccato la vittima con un’arma bianca, dopo essere stato accompagnato da un adulto. Il giovane è stato poi arrestato dalle autorità, proprio mentre intendeva entrare allo stadio del Deportivo Cali. L’assalto al tifoso ucciso è stato registrato in un video, che ha permesso l’apprensione dei presunti autori del crimine.

L’accoltellamento del tifoso ucciso: ci sono le immagini sui social

“Il lavoro investigativo svolto dagli investigatori, con il supporto della Polizia Nazionale, ha permesso di identificare completamente i presunti aggressori e successivamente un procuratore dell’Unità di reazione immediata (URI) che richiede i rispettivi mandati di arresto”, ha affermato l’ente inquirente. Il minore catturato è ora a disposizione di un Procuratore per bambini e adolescenti per essere seguito. Rojas ha riferito che dei nove tifosi catturati allo stadio Palmaseca di Palmira, dove si giocava la partita tra il Deportivo Cali e l’America, cinque sono stati rilasciati e quattro tenuti in carcere