CR7 e la tentazione fast food, Rooney: “Lo accompagnavo io, era troppo magro…”

Racconti in stile Big Mac da parte di Rooney nei confronti di Cristiano Ronaldo

YOKOHAMA, JAPAN – DECEMBER 21: Wayne Rooney (R) of Manchester United celebrates scoring their first goal with teammate Cristiano Ronaldo during the FIFA Club World Cup Japan 2008 final match between Manchester United and Liga de Quito at the International Stadium Yokohama on December 21, 2008 in Yokohama, Kanagawa, Japan. (Photo by Kiyoshi Ota/Getty Images)

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Ebbene sì, anche Cristiano Ronaldo, spesso ha mangiato da McDonald’s nei suoi primi anni come giocatore del Manchester United. Lo ha rivelato il suo ex compagno di squadra dell’Old Trafford Wayne Rooney, che lo ha accompagnato nei fast food. Il motivo era che il portoghesi era troppo deboli e voleva ingrassare un po’. “Quando sono arrivato al Manchester United, Cristiano e io siamo andati alle partite insieme e ci siamo allenati insieme. Ricordo la sera prima di una partita in cui ci siamo fermati da un McDonald perché voleva un Big Mac. Stava cercando di ingrassare perché era davvero magro”. Rooney lo ha dichiarato al Times.

Wayne Rooney a Cristiano Ronaldo a Yokohama nel dicembre 2008

Negli anni seguenti, tuttavia, Ronaldo è diventato un punto di riferimento nella gestione quasi scultorea del suo corpo da atleta. Lui stesso ha reso noto di mangiare e dormire più volte al giorno per mantenere una forma ottimale. Tuttavia, Rooney si chiede come faccia: “Con quattro bambini, non so come ci riesca. Non ho mai avuto un corpo perfetto, ma posso giocare 90 minuti, mi alleno ogni giorno. Non ho preoccupazioni per le mie condizioni fisiche. Quando vedrò che ho problemi, mi fermerò e non giocherò più”. Ronaldo ha giocato nel Manchester United dal 2003 e un anno dopo Wayne Rooney si unì alla squadra. I due hanno giocato insieme fino al 2009, quando il portoghese si è trasferito al Real Madrid, mentre il capocannoniere inglese è rimasto allo United fino al 2017.