Da Higuita ad Asprilla, passando per Diego: la top 11 sudamericana più folle (mister compreso”

Con il calcio fermo, è tempo di storie. Diversi calciatori hanno scritto, nel bene e nel male, la leggenda del calcio sudamericano. E alcuni sono l’esempio perfetto della “locura” applicata al pallone.

di Portale Del Caclio

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Con il calcio fermo, è tempo di storie. Diversi calciatori hanno scritto, nel bene e nel male, la leggenda del calcio sudamericano.  E alcuni sono l’esempio perfetto della “locura” applicata al pallone. Ecco una squadra che farebbe “impazzire” gli avversari. In porta, Renè Higuita. A pugni chiusi e muso duro.  Il portiere colombiano  è l’incarnazione del concetto “i portieri, si sa, sono un po’ matti.” Anche più di un po’. Per un quarto tecnica, poi il resto è distribuito metà fra istinto, talento e follia. Dentro e fuori dal campo. Passa alla storia del calcio inventandosi il gesto dello “scorpione”, ma finisce persino nei guai con la legge. Un’accusa di tentato rapimento non è mica da tutti…