Da Moscardelli a Diamanti: quando il sogno Serie A parte dal basso

È tornato Moscagol. Davide Moscardelli a 39 anni non vuole saperne di smettere. Anzi, continua a segnare in Serie B. L’attaccante è uno dei grandi Cenerentoli del calcio italiano, uno di quelli che ha fatto un salto importante dalle categorie più basse fino alla Serie A. Un destino che lo accomuna a molti colleghi…

di Portale Del Caclio

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

È tornato Moscagol. Davide Moscardelli è uno dei giocatori più conosciuti e amati sulla rete e a 39 anni non vuole saperne di smettere. Anzi, ha appena realizzato una doppietta con la maglia del suo Pisa nella trasferta a Trapani, andando a segno con il suo marchio di fabbrica: la rovesciata. Moscagol è uno dei grandi Cenerentoli del calcio italiano, uno di quelli che ha fatto un salto importante dalle categorie più basse fino alla Serie A. Per lui una lunga scalata, dal Maccarese al Chievo in tredici anni e poi qualche anno al Bologna prima di ritornare a giocare nelle serie minori.  Un destino che lo accomuna a tanti altri colleghi, che sono partiti dal fondo ma hanno saputo volare molto in alto.