Daniel Maldini: “Non ho più sintomi del virus. Ibra, quanti consigli, ma l'idolo è Dinho”

Milan, parla Daniel Maldini

MILANO Daniel Maldini, attaccante classe 2001 in forza alla Primavera del Milan aggregato da quest’anno tra le file della Prima Squadra rossonera, si è così espresso su Instagram in un Q&A con i follower milanisti.

SUL SUO IDOLO: “Uno dei miei idoli e dei miei modelli è sempre stato Ronaldinho”.

SULLA DINASTIA MALDINI: “E’ un responsabilità importante, ma sono abituato fin da piccolo a questa pressione. Rappresentare la dinastia è un orgoglio e un onore”.

SULL’ESORDIO IN SERIE A: “Nella mia testa ero abbastanza tranquillo e molto concentrato sulla partita”.

SU GIUNTI, TECNICO DELLA PRIMAVERA: “Era molto contento, mi ha fatto i complimenti e mi chiesto le mie emozioni”.

SULLA PARTITA CHE GLI PIACE RIVEDERE: “La partita che mi piace di più rivedere è Italia-Spagna degli Europei 2016”.

SULLA SUA SALUTE: “Sto bene, non ho più sintomi del virus e proseguo con i miei allenamenti”.

SULL’ESORDIO A SAN SIRO: “Esordire a San Siro è stata un’emozione unica, forse l’emozione più grande che abbia mai provato in ambito calcistico”.

SUL SUO ATTUALE IDOLO: “Un giocatore attuale che mi piace molto è Joao Felix”.

SULLA SUA CANZONE PREFERITA: “La mia canzone preferita è Too Good di Drake”.

SUI COLORI ROSSONERI: “Questi colori per me sono simbolo di famiglia”.

SU IBRAHIMOVIC: “Ho bel rapporto con lui, mi dà molti consigli in campo e fuori”.

SUL SUO RUOLO: “Mi trovo più a mio agio come seconda punta dietro un’altra punta”.

SUI COMPAGNI DI SQUADRA: “Ho un bel rapporto con tutti, ma mi sento di più con Leao, Castillejo e Calhanoglu”.

CLICCA QUI>Intanto, ecco tutte le principali notizie dal mondo Milan in aggiornamento live

⬇ NEL NOSTRO VIDEO RIASSUNTIVO TUTTE LE ULTIME NEWS SUL FUTURO DI IBRAHIMOVIC ⬇