Difese Pinochet, i tifosi del Colo Colo contro Scolari: “Non vogliamo fascisti!”

Locandine contro Scolari, l’ex Ct brasiliano campione del mondo accusato dai tifosi cileni del Colo Colo di avere simpatie di destra…

SAO PAULO, BRAZIL – DECEMBER 02: Palmeiras team coach Luiz Felipe Scolari celebrates after winning the Brasileirao 2018 after the match against Vitora at Allianz Parque on December 02, 2018 in Sao Paulo, Brazil. (Photo by Miguel Schincariol/Getty Images)

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Luiz Felipe Scolari è fra i candidati alla panchina del Colo-Colo. In Cile, tuttavia, la trattativa ha spaccato in due la tifoseria: si accusa il tecnico brasiliano di avere simpatie di estreme destra, per non dire fasciste. Tutto questo per alcune dichiarazioni sul dittatore Augusto Pinochet risalenti addirittura al 1998: “Ha fatto cose buone e sistemato molte cose. Ha fatto cose più buone che cattive e ci sono momenti in cui serve ordine tra le persone altrimenti si scatena l’anarchia”.

Da qui campeggiano alcune locandine con il volto di Scolari e il segnale di divieto, con la scritta: “Scolari non è il benvenuto. No al fascismo al Colo-Colo” si firmano gli “Antifascistas de la Garra Blanca”, gruppo organizzato di uno dei club più popolari e titolati del Cile.