El Trinche Carlovich in coma: aggredito e colpito sulla sua bicicletta a Santa Fe da due ragazzini

La drammatica esperienza raccontata dal figlio del 74enne idolo del calcio argentino

El Trinche Carlovich dopo l’aggressione…

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Forza, Trinche! Tomás Felipe Carlovich, considerato uno dei migliori calciatori di Santa Fe della storia, è stato aggredito e picchiato in un quartiere a ovest di Rosario e rimane ricoverato in ospedale “incosciente e in coma indotto” nella sala di terapia intensiva dell’Ospedale de Emergenze Clemente Alvarez (HECA). Bruno Carlovich, uno dei figli della “Trinche”, ha spiegato cosa è successo: ” Papà era sulla sua bicicletta e due ragazzini gli si sono avvicinati per assalirlo e uno lo ha colpito alla testa. Lui sta male per il colpo che si è verificato quando è caduto. Mio padre aveva una bicicletta nuova, ma questo non è un motivo per aggredirlo, dal momento che altre quattro vecchie biciclette gli erano state rubate”, ha dichiarato al canale 5RTV di Santa Fe.

Carlovich, 74 anni, è una vera leggenda del calcio argentino. Non ha mai giocato al top del campionato (tranne che in un breve periodo per il Colón) ma è considerato dai suoi colleghi come uno dei migliori del paese. Anche Diego Maradona gli ha dato una maglia quando è andato con il suo Gimnasia ad affrontare il Rosario Central e lo ha incontrato. Anche per Diego è una leggenda: “Questo giocava meglio di me”.