FINALE Lazio-Inter, Conte: “Vidal ci sarà. Nainggolan? Vedrete”

Oggi è giornata di vigilia di Lazio-Inter e Antonio Conte parlerà in conferenza stampa in vista della sfida dell’Olimpico.

Antonio Conte, Inter

A partire dalle 14.00, il tecnico nerazzurro presenterà oggi la gara al Suning Training Centre di Appiano Gentile in conferenza stampa: segui su FcInter1908 la diretta testuale e tutte le dichiarazioni di Conte.

Tre impegni ravvicinati: come arriva la squadra alla partita?

“Ci arriviamo bene perché è il terzo impegno ravvicinato e lo sarà anche per la Lazio. Ci arriviamo bene, abbiamo tutti a disposizione. Bene così”.

Affrontare la Lazio e vincere che valore può avere?

“L’anno scorso abbiamo perso 4 partite e una con la Lazio all’Olimpico, è un impegno duro e importante contro un’ottima squadra. E’ inevitabile che vorremo uscire con un risultato positivo e migliore dell’anno scorso”.

La squadra è pronta per queste partite?

“Le partite le devi giocare, le devi testare queste partite impegnative. Con la Lazio è impegnativa ma ogni gara ha le sue difficoltà, anche col Benevento dovevamo azzannare la partita sin da subito e vincerla. Contro la Lazio affrontiamo un altro tipo di partita, è un’ottima squadra che l’anno scorso ha avuto l’ambizione di vincere lo Scudetto e di contrastare la Juventus e bisognerà fare attenzione. Non dovremo snaturarci e proseguire il percorso iniziato con i ragazzi. Siamo tutti curiosi di che tipo di risposte possiamo avere con queste partite ad alto indice di difficoltà, stiamo lavorando bene e su determinate situazioni e vogliamo proseguire questo percorso cercando di fare del nostro meglio”.

Con Fiorentina e Benevento si è visto un atteggiamento offensivo: ci dobbiamo aspettare la stessa tipologia di partita con la Lazio?

“Le grandi squadre devono avere la propria mentalità sempre, l’avversario va studiato e rispettato ma bisogna avere rispetto ma mai paura. Le grandi squadre non si snaturano, se intraprendi un tipo di percorso, fin dal mio arrivo abbiamo cercato di intraprenderlo, è giusto andare avanti e migliorare davanti a delle difficoltà e qualora dovessero esserci battute a vuoto, ma continuando a credere o fare quello che stiamo provando”.

Vidal si è ripreso?

“Sta bene, ha fatto allenamento ed è disponibile per domani”.

Quanto cambia avere un esterno come Hakimi?

“Stiamo parlando di un giocatore che ha delle caratteristiche specifiche in fase offensiva, in questo sistema avere giocatori con queste caratteristiche ti permette di avere ampiezza ed essere più pericoloso, puoi pagare dazio a livello difensivo ma stiamo lavorando per renderlo completo e moderno, un giocatore bravo in fase offensiva e che deve essere bravo anche in difesa. Sono contento anche di Perisic e Young che sono gli altri esterni in rosa”.

Come trovare un equilibrio tra le due fasi?

“Stiamo lavorando per trovare il giusto equilibrio tra le due fasi. Quotidianamente continuamo a creare situazioni, a livello offensivo stiamo facendo cose importanti ma dobbiamo essere bravi ed equilibrati a cercare di evitare di prendere delle ripartenze. Non dobbiamo farci trovare impreparati, sta anche alla bravura dell’avversario e lo mettiamo in conto. Dovessi scegliere tra uno 0-0 e un 5-4 per noi, scelgo il 5-4 per noi”.

Novità su Joao Mario?

“Mi dispiace non rispondere ma di mercato non parlo e ci sono persone che possono rispondere”.

Nainggolan sarà convocato? Ci sono altre defezioni?

“Penso che le convocazioni saranno pubblicate dopo”.

Il lavoro dell’allenatore dipende solo dai risultati?

“In Italia si giudica e ci si basa sul giudizio finale in base al risultato della partita, non si va a vedere tatticamente o a fare analisi come in Spagna. Noi siamo molto attaccanti al risultato finale, al tempo stesso dobbiamo proseguire nel nostro lavoro e credere in quello che facciamo. A volte può esserci un risultato negativo ma i giudizi fanno parte del gioco, non dobbiamo farci condizionare ed essere propositivi, cercare di dare qualcosa a chi ci guarda. E se riusciamo a vincere è la ciliegina sulla torta, l’obiettivo nostro è esaltare la bellezza del gioco del calcio”.