Fiorentina, Dragowski: “Con Iachini abbiamo cambiato il modo di giocare”

Dragowski parla del Milan, di Iachini e di Terracciano

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Il portiere viola Bartłomiej Dragowski ha parlato così ai canali ufficiali viola nel corso del Team Talk:

Samp? Avevamo preparato tutto, nei primi minuti loro erano partiti meglio ma poi ci son stati episodi in cui siamo stati bravi. I due rigori erano netti, l’azione di Vlahovic del vantaggio non è casuale. Per fare autogol devi mettere in difficoltà gli avversari. Vince tutta la squadra, non solo chi va in campo. Milan? Dobbiamo essere tutti pronti, ci sono Ibrahimovic e Rebic che sta segnando molto. Dobbiamo essere preparati per tutto, ogni partita è diversa. Iachini? Abbiamo cambiato modo di giocare rispetto a prima, a me è cambiato poco: io devo fare sempre lo stesso, il mio lavoro è individuale. C’è molto lavoro mentale in partita, serve concentrazione. Ho fatto parate difficili ma quelle toste son quelle che sembrano più facili. Con Rosalen Lopez lavoro ogni giorno, è merito suo se in allenamento ricostruiamo situazioni che ci sono in partita. Terracciano? E’ una persona che mi aiuta molto, mi suggerisce come migliorare. Posso imparare molto da lui, abbiamo un rapporto fantastico e spero che rimanga così perchè è speciale. Lo ringrazio e lo faccio anche con Brancolini, ci alleniamo aiutandoci.

Massaro si racconta: “Sono milanista, alla Fiorentina anni felici. Lì capii che il calcio non era più un sogno”