Fiorentina, Prandelli: “Non è una vergogna difendersi. Ribery soffre l’assenza dei tifosi…”

Prandelli commenta la netta sconfitta contro l’Atalanta

Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images

\

Il tecnico della Fiorentina, Cesare Prandelli, ha parlato a Sky Sport dopo la sconfitta contro l’Atalanta per 3-0:

Sul 3-0, paradossalmente, ci siamo liberati dei fantasmi provando ad aggredire l’avversario che è stato molto organizzato. Sono arrabbiato per aver preso gol al 44? del primo tempo perdendo tre contrasti al limite dell’area. Non è una vergogna difendersi, ma dobbiamo farlo tutti con tenacia. Sul 3-0 la squadra si è liberata delle sue paure, siamo andati in alto cercando di segnare. Stiamo provando ad uscire da una situazione di paura. Siamo a quattro punti dalla zona in cui dovremmo stare perché i valori dovrebbero uscire. Dobbiamo crescere sul piano della tenacia e dell’aggressività. Pulgar? Sa accorciare e pressare, ha avuto un problema a fine primo tempo. Dobbiamo essere chiari e pensare alla prossima partita (contro il Sassuolo, ndr) che dovrà essere completamente diversa. Quando vogliamo riconquistare la palla, dobbiamo riconquistarla con aggressività

Cosa sta succedendo a Ribery? Nulla di particolare, soffre più di tutti il fatto che stiamo giocando senza tifosi, oggi è entrato bene, ha avuto qualche problema fisico, ma lo possiamo recuperare al cento per cento.

PAGELLE VN- Non basta un super Dragowski ad evitare l’ennesimo tracollo violaAtalanta-Fiorentina