Genoa, Preziosi e i suoi 18 allenatori: Liverani vinse solo il derby. Ora tocca a Maran…

GENOA, ITALY – AUGUST 02: Enrico Preziosi chairman of Genoa before the Serie A match between Genoa CFC and Hellas Verona at Stadio Luigi Ferraris on August 2, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Da Roberto Donadoni a Rolando Maran. E sono 18. Da un allenatore all’altro, il presidente Preziosi è diventato “maggiorenne”. Il primo allenatore dell’era genoana targata Preziosi è stato Roberto Donadoni. L’edizione genovese di Repubblica ricorda oggi che, pronti-via, Donadoni durò cinque giornate di campionato. E oggi sulla panchina del Genoa ecco Rolando Maran, il successore di Davide Nicola. Dopo Donadoni e De Canio (2003-04), è toccato a Cosmi (2004-05), Vavassori e Perotti (2005-06). L’allenatore più longevo è stato Gian Piero Gasperini, ma sono andati e tornati anche Davide Ballardini, Ivan Juric e Gigi De Canio. A proposito di Juric, la sua è stata una stranissima avventura iniziata nel 2016-17 (sostituito da Mandorlini, poi richiamato) e proseguita con il doppio avvicendamento con Ballardini.

Rolando Maran

Il tecnico che ha resistito per meno tempo all’esonero è stato Andrea Mandorlini: 49 giorni e 6 partite, con una vittoria, un pareggio e quattro sconfitte. Attilio Perotti, un simbolo in casa rossoblù, con Preziosi non riuscì ad andare oltre i 52 giorni (8 partite) nella primavera del 2006. Un lampo anche quello di Thiago Motta, assunto nella scorsa stagione al posto di Aurelio Andreazzoli: 67 giorni, con 10 partite all’attivo, e l’esonero maturato prima della sosta natalizia, per dare più tempo a Davide Nicola, arrivato poi fino al termine della stagione. Da non dimenticare poi Fabio Liverani che si è fermato dopo 90 giorni, con 7 partite (una di Coppa Italia) e una sola vittoria, nel derby con la Sampdoria. Oggi il nuovo d.s. Faggiano ha optato per Maran. Alla prossima.