Hamsik e il murale, l’ex capitano del Napoli ringrazia con una dedica speciale

Hamsik (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Marek Hamsik ha scritto un capitolo importantissimo della storia della SSC Napoli. I suoi anni da capitano sono stati quelli più intensi, da Mazzarri a Sarri passando per Rafa Benitez e per finire con Carlo Ancelotti. Brucia ancora lo Scudetto non vinto dopo la vittoria a Torino al 90? con goal di Koulibaly, seguito dalla sconfitta bruciante per 3-0 in casa della Fiorentina nella stagione 2017-18. Fu l’anno del “Sogno nel cuore”, l’inno alla speranza della tifoseria napoletana. Per questo e molti altri motivi non si spegnerà mai l’affetto che lega la piazza allo slovacco e viceversa.

Hamsik ricordato dal Napoli: la stories su Instagram

Hamsik
Hamsik (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Nella nuova fermata della Cumana che presto si chiamerà Mostra-Maradona, la società del Napoli ha voluto esibire immagini del passato recente e remoto del calcio cittadino. Da Maradona a Lavezzi, a Sarri, ad Higuaìn (che non ha ancora mostrato la sua gratitudine sui social) a Mertens e ad Hamsik, simboli della napoletanità che viene dall’estero. Questi ultimi due, oltre ad essere i più amati dai tifosi sono i due calciatori con il maggior numero di reti in maglia azzurra. Un record difficile da cancellare, constatando che Mertens continua ad andare a segno (è arrivato a 130 goal).