In Vaticano parte la Clericus Cup, il Mondiale dei preti: la inaugura il fratello di Albertini

Alla Clericus Cup si prega e si gioca all’ombra del Cupolone

I due capitani delle finaliste della scorsa edizione…

Nel nome del padre, del figlio e …della Clericus Cup! La croce, la preghiera, il pallone e il gioco sono gli elementi che quest’anno caratterizzeranno il rito introduttivo del Mondiale pontificio, che il Centro Sportivo Italiano promuove all’ombra del Vaticano da 14 anni. L’antifona d’ingresso sarà infatti in una chiesa, presso la Cappella dei Cavalieri di Colombo, (Via di Santa Maria Mediatrice, 22) dove domani alle ore 10, don Alessio Albertini, assistente ecclesiastico nazionale del CSI e fratello di Demetrio, officerà la Messa, concelebrata dai sacerdoti calciatori iscritti al torneo ecclesiastico. A seguire il momento per conoscere, squadre e protagonisti del Mondiale della Chiesa, con il patrocinio dell’Ufficio Nazionale del tempo libero, turismo e sport della Cei, del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita e del Pontificio Consiglio della Cultura del Vaticano, sostenuto nell’edizione numero 14 dai Cavalieri di Colombo.

Un’immagine dal basso…

Il campionato di calcio per seminaristi e sacerdoti di tutto il mondo, sarà presentato alla stampa, alle ore 11 presso il Centro Sportivo Pio XI, quando la Clericus Cup sarà rimessa in gioco. I campioni in carica del Collegio Urbano riconsegneranno il trofeo posseduto dal maggio scorso nella bacheca del Collegio di Propaganda Fide, dopo aver vinto la finale per 3-0 sul Sedes Sapientiae. Cresce l’attesa, per il battesimo nel torneo del Collegio Argentino, l’albiceleste dei sacerdoti di piazza Buenos Aires, dove Papa Francesco è spesso di casa.