Inzaghi: “Strakosha, Immobile e Leiva con la Juve? Penso di sì”

Simone Inzaghi ha parlato della sfida di domani ma anche del polverone che si alzato in casa Lazio per quanto riguarda i tamponi

Notizie Lazio: Simone Inzaghi

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

ROMA – Domani sarà Lazio-Juventus in Serie A, oggi il tecnico biancoceleste Simone Inzaghi, ha partecipato alla solita conferenza stampa:

Notizie Lazio – Inzaghi

“Pirlo ha ottime idee e le sta mettendo in ordine molto bene. Immobile, Leiva e Strakosha li ho sentiti e mi sono apparsi sereni. Certamente dovrò valutare in campo le loro condizioni. Possiamo far parlare solo il campo e questo faremo, aspettando buone notizie dalla società. Luis Alberto si è allenato a casa, così come Lazzari e Djavan Anderson. Attacchi? Infondati e gratuiti. Dispiace che la mia Lazio sia sempre attaccata in questo modo. Sarà  il nostro stimolo per essere ancora più compatti. Domani avremo una partita difficile, di più delle tre trasferte precedenti che abbiamo giocato finora. Non ho mai perso la mia Lazio, abbiamo avuto il problema della quarantena che ci ha fermato per quattro mesi”.

Vuoi vedere in streaming Lazio-Juventus? CLICCA QUI

“Le dodici partite successive sono state proibitive da giocare. Questa settimana abbiamo fatto qualcosa di miracoloso con pochi giocatori a disposizione, i ragazzi sono fantastici e vanno oltre le difficoltà. Mi auguro di avere tutti a disposizione dopo la sosta. Come ho detto, con la Juventus abbiamo fatto delle belle partite. Abbiamo vinto e perso in partite emozionanti, i bianconeri sono cambiati e noi siamo rimasti gli stessi. Hanno la giusta qualità per essere considerati la squadra da battere anche quest’anno. Radu domani sarà disponibile, si allena già da tre o quattro giorni per esserci. E’ stato aggiunto in lista e domani ci sarà. Lulic sta lavorando per tornare. Sono dei pilastri di questa squadra e quando sono arrivato quattro anni fa loro già erano dei veterani. Con il presidente Lotito c’è tanta stima, ed essa va al di là della firma. Ci sono cose più impellenti nelle nostre teste. Troppo presto per fare delle classifiche o delle griglie, per noi quella di domani sarà una sfida importantissima. Cercheremo di compattarci per fare una partita perfetta. Contro un avversario del genere è d’0bbligo giocare una partita come si deve”.