Juve, Milan e l’Italia? Ecco come analizza Andrea Pirlo.

Intervistato da “Repubblica”, Pirlo annuncia la sua intenzione di rimanere nel mondo del calcio dopo il pensionamento: “Ho ancora tanta passione per il calcio, come non essere soddisfatto. Questa è la cosa che conosco meglio, non c’è bisogno di dire addio. Io non so ancora quale ruolo continuerò, manager o allenatore. Milan? Ho sentito voci, ma sto ancora giocando e non sarò in grado di darlo una mano. In futuro vedremo.”

Una delle fantasie più grande dell calcio italiano, l’ex campione centrocampista della Serie A con Juve e Milan, dà il suo apprezzamento per questo sport in Appennino: “Il calcio italiano è in crescita, in particolare l’anno scorso, con molti nuovi proprietari. I level sono rivolto verso l’alto, anche se non ci sono molte squadre per il titolo. Per quanto riguarda la nazionale, si deve passare attraverso il “play-off”. Tuttavia, ci sono molte partite e la Spagna deve aver paura di noi.”

Pirlo ha sentimenti positivi per quanto riguarda Inter e Milan, ma la Juventus ha ancora qualcosa di più: “I nerazzurri hanno trovato nuovi proprietari, e Milan continua le trattative per essere venduto nei prossimi mesi, ma ora si parla abbastanza bene nel campo . Vedo un futuro luminoso, grazie al lavoro di Montella e molti giocatori italiani. Juve ha una grande classe, con il potere in Italia è più forte, ma deve trovare il ritmo.”