Juve, Pirlo: “Dragusin potrebbe giocare in Coppa, domani sceglierò fra Chiellini e Demiral”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo

TORINO – Alle 14.30, nella sala conferenze dell’Allianz Stadium, si è tenuta la conferenza stampa del tecnico della Juventus, Andrea Pirlo. Il mister ha risposto alle domande dei giornalisti in vista del match di domani contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic. La conferenza stampa è stata visibile in diretta streaming su Juventus Tv. Le sue parole: “Vittoria Supercoppa? La vittoria ha lasciato un grande entusiasmo e dopo la partita c’era grande euforia. Siamo riusciti a recuperare nonostante la stanchezza e siamo pronti per la partita di domani contro il Bologna. Nei 90 minuti c’è poca concentrazione? A livelli di continuità abbiamo sbagliato sin dall’inizio del campionato, ma tante squadra hanno avuto cali di concentrazione e molte squadre prendono gol a causa delle molte partite e per la stanchezza. Non è facile stare concentrati tutti i 90 minuti ogni 3 giorni e non solo in Italia, Dobbiamo lavorare su questo perché ci ha portato punti in meno. Chiellini e infortuni? Giorgio già con il Napoli si era fermato per un problema alla schiena e fare per lui partite ravvicinate non è il massimo ma sta recuperando bene. Per gli altri Chiesa sta bene, Frabotta sta meglio e Demiral è a disposizione. Se la Juve in Supercoppa è quella che voglio vedere? Tutte le partite sono diverse ma quando entri in campo con la determinazione dell’altra sera questo atteggiamento ti aiuta nei risultati positivi. Possiamo sempre migliorare e lavorare.

Juventus
La Juventus alza il cielo la Supercoppa Italiana

Chiesa sulla sinistra? Può giocarci tranquillamente e in molte occasioni lui e Cristiano si possono scambiare ed è capace a giocare anche in quel tipo di posizione. McKennie? Ha tempi di inserimento incredibili e ci sta dando tanto, è un giocatore forte. Mercato? Io sono soddisfatto della rosa che ho a disposizione e non ho bisogno di niente. Siamo tranquilli e purtroppo nei abbiamo avuti molti fuori per infortunio e per covid. Mihajlovic mi ha svelato i sui segreti? Lui ci ha fatto una lezione lo scorso anno a maggio, però non è detto che so tutto di lui. Ogni allenatore in base alle partite può cambiare qualsiasi cosa. Lo ringrazio ma per le punizioni basta guardare i dati e vedere chi è stato il migliore (sorride ndr). Kulusevski? Szczesny? Lo svedese può giocare dall’inizio e il polacco è confermato tra i pali. Kulu ha fatto due buone partite e si è ripreso dal periodo di appannamento che ha avuto. Nella Juve non è facile giocare e lui è entrato con grande spirito. Juve una delle migliori difese del campionato? Sul livello difensivo bisogna sempre lavorare, in questo campionato difficilmente le squadre non prendono gol e tendono molto più a voler attaccare che a difendere. Chi ha la migliore difesa di solito vince i campionati.

Kulusevski attaccante una soluzione? Quella può essere una delle sue posizioni e può coprire più ruoli, è un ragazzo giovane e può fare più ruoli. Forse da seconda punta in questo momento è la sua posizione ideale perché ha pochi compiti difensivi. Scetticismo verso di me? Nessuna rivincita, io lavoro dal primo giorno con lo stesso entusiasmo. Se vinci sei bravo, se perdi non va bene. Vincere un trofeo non mi cambia nulla perché ne voglio vincerne altri. Il titolo? La corsa per il titolo come ha detto Fonseca è racchiusa in queste cinque o sei squadre. Ora il Milan è in vetta e noi dobbiamo vincere tutte le partite. Ad aprile vedremo come saremo messi. Dati? I dati non mi sono mia piaciuti, guardo come gioca la squadra ed i dati  ad ogni partita cambiano. Però il dato sul miglior possesso palla in area avversaria è una cosa che mi piace. Dragusin dal primo minuto? No, è pronto e forse giocherà mercoledì in coppa“. >>> E intanto, parlando di mercato, ci sono 11 nomi nei sogni di Pirlo per una formazione totalmente nuova, ecco come sarebbe! <<<