Juve, rientra Bentancur Milan: quante incognite Inter, chance per Miranda

Finita una giornata, eccone subito un’altra. Martedì sera il pareggio del Milan a Bologna che ha chiuso il 16° turno di campionato, sabato alle 12.30 la prima gara (Lazio-Cagliari) del 17°. Si giocheranno tutte le 10 gare di Serie A in un unico giorno, ormai una rarità, che verrà però replicata anche il 26 e il 29 dicembre con le ultime due giornate del girone d’andata. Poi il campionato e il fantacalcio andranno in vacanza sino al 18 gennaio. Ecco le notizie dai 20 ritiri prima dell’ultimo turno prima di Natale.

lazio-cagliari
Sabato ore 12.30 Lazio Simone Inzaghi deve far fronte al periodo no della sua squadra, che non vince dall’8 novembre (Lazio-Marsiglia di Europa League). Non ce la fa Lucas Leiva, al suo posto dovrebbe esserci Badelj. Rosa al completo, con tre turni di campionato, possibile turnover nei soliti tre ruoli: Luiz Felipe insidia Wallace in difesa, Patric Marusic sulla fascia destra, mentre in attacco con Immobile potrebbe toccare a Caicedo o Luis Alberto.


Cagliari Improbabile il recupero di Pavoletti, davanti si dovrebbe rivedere Cerri con uno tra Sau e Farias e Joao Pedro a supporto. Srna e Ceppitelli ancora squalificati, la difesa potrebbe essere la stessa vista con il Napoli, anche se Maran ha l’opzione Faragò terzino con l’arretramento di Barella a interno di centrocampo.

Afriyie Acquah, prima stagione a Empoli. Getty

Afriyie Acquah, prima stagione a Empoli. Getty

empoli-sampdoria
Sabato ore 15

Empoli
Iachini perde uno dei suoi pezzi pregiati: Krunic sarà infatti squalificato. Due le alternative per sostituirlo: quella più offensiva prevede l’inserimento di Zajc, con il passaggio al 3-4-1-2; la più prudente suggerisce l’impiego di Acquah e il mantenimento del 3-5-2. Molto dipende anche dalle condizioni di Bennacer, uscito malconcio dalla gara con la Fiorentina. In regia si dovrebbe vedere così Capezzi. Da valutare il recupero di Pasqual, assente a Firenze e sostituito da Antonelli. Davanti resta la coppia La Gumina-Caputo.

Sampdoria Ancora fuori Bereszynski, Giampaolo dovrebbe riproporre l’undici che ha battuto il Parma, a meno di sorprese. I ballottaggi sono i soliti: Tonelli/Colley dietro, Ramirez/Saponara sulla trequarti e Caprari/Defrel in attacco.

genoa-atalanta
Sabato ore 15

Genoa
Rientra Criscito dalla squalifica, torna in panchina Zukanovic. Questo l’unico cambio sicuro per Prandelli. Il dubbio è su chi sarà il play di centrocampo tra Sandro (titolare con la Roma) e Veloso. In attacco cerca spazio Pandev, ma difficile che il tecnico rossoblù rompa la coppia Piatek-Kouamé o rinunci al 3-5-2.

Atalanta Palomino, uscito per un fastidio muscolare con la Lazio, è da valutare. Se non dovesse farcela, riecco Masiello nel terzetto di difesa, con uno tra Mancini e Djimsiti da centrale. Per il resto Gasperini dovrebbe cambiare poco o niente, a meno di un improbabile turnover in vista della gara del 26 dicembre con la Juventus. Ma conoscendo il Gasp, più facile una formazione “sperimentale” contro i bianconeri.

milan-fiorentina
Sabato ore 15

Milan
Emergenza nell’emergenza per Gattuso: Kessie e Bakayoko fermati dal giudice sportivo, mediana da inventare. La logica suggerirebbe l’impiego di due tra Mauri, Bertolacci e Montolivo, ma l’allenatore rossonero ha alcune variabili da poter sfruttare. Laxalt interno di centrocampo, lo spostamento di Calhanoglu e Suso in mezzo o un cambio di modulo, con l’inserimento di Castillejo in un 4-3-3 senza Cutrone o addirittura la difesa a tre? Dopo la partita con il Bologna, lo stesso Gattuso ha detto: “Ci inventeremo qualcosa”. Stiamo a vedere.

Fiorentina Milenkovic, Veretout e Fernandes hanno scontato il turno di squalifica, così Pioli ha a disposizione l’intera rosa per la trasferta di San Siro. Due i dubbi nel solito 4-3-3: Gerson o Fernandes da interno di centrocampo e Mirallas o Pjaca da esterno nel tridente con Chiesa e Simeone. Il brasiliano e il belga partono favoriti.

napoli-spal
Sabato ore 15

Napoli
Carlo Ancelotti penserà alla trasferta in casa dell’Inter di Santo Stefano? Se sì, auguri a decifrare il possibile turnover, a cominciare dalla difesa. Koulibaly è diffidato, ma sinora è stato sempre impiegato: possibile un turno di riposo a vantaggio di Luperto? Probabile rientri Albiol, così come Hysaj in fascia. Mario Rui invece è ancora ai box e difficilmente verrà rischiato. A centrocampo riecco Callejon e Hamsik, esclusi a Cagliari, ma occhio al possibile avvicendamento di Allan con Rog. Ballottaggio Ruiz-Zielinski a sinistra. In attacco Insigne si riprende il posto da titolare, con uno tra Mertens e Milik.

Spal Missiroli è uscito malconcio dalla gara con il Chievo, possibile l’avvicendamento con uno tra Everton Luiz e Valoti. Nei tre dietro, Cionek reclama spazio, il sacrificato potrebbe essere Bonifazi. Spinge per una maglia da titolare anche l’ex di turno Valdifiori, anche se Semplici raramente si è privato di Schiattarella in regia. Incertezza anche sulla coppia d’attacco: Floccari è in forma, rischia il posto uno tra Antenucci e Petagna.

sassuolo-torino
Sabato ore 15

Sassuolo
Boateng ancora indisponibile, Djuricic squalificato. De Zerbi non ha molte alternative al tridente Berardi-Babacar-Di Francesco, almeno fin quando Brignola non tornerà il giocatore visto a Benevento lo scorso anno. Solito dubbio a centrocampo: Duncan inamovibile, chi tra Sensi, Locatelli e Magnanelli con lui, se fosse 3-4-3? In caso, invece, di 4-3-3 fuori Magnani e dentro Bourabia come mezzala.

Torino Iago Falque verso il recupero, si è allenato già in gruppo e crescono le chance di vederlo in coppia con Belotti al Mapei Stadium, l’allarme si focalizza ora su Sirigu. Ieri solo terapie per il portiere, infortunatosi nel derby. Nel caso non ci sia, fiducia a Ichazo. Ola Aina-De Silvestri il ballottaggio principale sulla fascia destra.

udinese-frosinone
Sabato ore 15

Udinese
Lasagna, escluso a San Siro con l’Inter, potrebbe tornare dal 1′, in coppia con De Paul o Pussetto. Nel secondo caso, De Paul arretrerebbe a centrocampo. Ballottaggio aperto a sinistra tra D’Alessandro e Pezzella.

Frosinone È arrivato Baroni, che sarà subito chiamato a fare punti contro una concorrente diretta per la salvezza. Paganini, Hallfredsson e Dionisi sono gli infortunati di lungo corso, il nuovo tecnico proseguirà sulla linea di Longo (difesa a tre e un’unica punta) o rimescolerà le carte? Difficile dirlo già adesso.

chievo-inter
Sabato ore 18

Chievo
Di Carlo dovrà fare a meno del suo cervello di centrocampo: Radovanovic sarà squalificato. Al suo posto, probabile l’impiego di Rigoni. Cacciatore e Obi hanno saltato la trasferta di Ferrara, si spera di riaverli almeno in panchina contro l’Inter. In attacco Pellissier confermatissimo, da capire se con Stepinski o Meggiorini come spalla. Improbabile, infine, l’impiego di nuovo in contemporanea di Birsa e Giaccherini.

Inter Spalletti quattro giorni dopo ha il big match con il Napoli, possibile non rischi Nainggolan dal 1′ al Bentegodi. Dovrebbe rientrare Perisic nell’undici titolare. In difesa Asamoah squalificato, uno tra Vrsaljko e D’Ambrosio giocherà a sinistra, visto che Dalbert non è ancora completamente recuperato. Miranda potrebbe giocare al posto di De Vrij, anche se ha accusato un piccolo affaticamento nell’allenamento odierno. A centrocampo l’unico sicuro di una maglia è Brozovic: il resto dipende dal recupero di Vecino e dal modulo, ma Gagliardini scalpita.

parma-bologna
Sabato ore 18

Parma
La nota positiva è l’ottimismo intorno a Gervinho: con il Bologna ci sarà almeno in panchina. D’Aversa ha molte alternative sia in attacco che a centrocampo, dove Stulac spinge per ritrovare la titolarità.

Bologna Pulgar ancora ai box, probabile si continui con Nagy davanti alla difesa. Rispetto alla gara con il Milan, probabile il ritorno dal 1′ di Orsolini da interno di centrocampo. Dubbi sulla fascia sinistra: Dijks dovrebbe essere abile e arruolato, c’è l’opzione Krejci, ma Mbaye contro i rossoneri ha fatto benino e potrebbe essere confermato.

juventus-roma
Sabato ore 20.30

Juventus Cristiano Ronaldo riposerà in una delle tre gare di fine 2018. Già, ma quale? Spifferi dicono possa essere con la Samp e quindi non questo weekend. Allegri farà comunque ruotare qualche uomo: Bentancur si riprende il posto in mediana, con Emre Can che torna in panchina, a meno che l’escluso non sia a sorpresa uno tra Pjanic e Matuidi. Bonucci e Dybala gli altri indiziati a fare turnover: si scaldano Rugani e Bernardeschi, ma occhio anche a Douglas Costa o alla variante difesa a tre con Benatia. In panchina si rivede Khedira dopo l’infortunio.

Roma Di Francesco contro il Genoa è tornato alla difesa a tre e ha rinunciato al centravanti. Per la trasferta dell’Allianz Stadium potrebbe, però, riavere a disposizione Dzeko e quindi cambiare di nuovo modulo. Anche De Rossi sembra poter essere pronto dal 1′, ma Cristante e Nzonzi partono favoriti in mediana. Al momento niente da fare per Lorenzo Pellegrini che oggi si è fermato di nuovo causa influenza e anche per Stephan El Shaarawy che con ogni probabilità non si rivedrà nemmeno in panchina (potrebbe tornare addirittura dopo la sosta).

 Gasport 

© riproduzione riservata