La bordata di Rio Ferdinand: “Juve orribile con il Porto e anche fortunata”

La sconfitta della Juventus nell’andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Porto apre anche a livello europeo un dibattito che in Italia va avanti ormai da qualche mese: quella di Pirlo è la vera Signora? Le prestazioni altalenanti in campionato hanno dato adito a diverse interpretazioni, con chi vuole dare al Maestro il tempo di imparare (e di sbagliare) e chi invece sostiene che per la panchina bianconera ci vuole qualcuno di maggiore esperienza, senza nulla togliere al futuro da allenatore dell’ex regista. In Europa, in compenso, la Juventus aveva dato impressione di essere sempre la stessa, chiudendo al primo posto il girone davanti al Barcellona. Gli ottavi di finale però, con il crollo dei blaugrana contro il PSG, hanno permesso di…mettere in prospettiva anche quello.

FORTUNATA – E quindi ora cominciano i processi anche fuori dallo Stivale. Ad accusare, dall’Inghilterra, è Rio Ferdinand. Uno che la Signora la conosce bene, avendola affrontata da avversaria nel 2003 con la maglia dello United, e che ha anche un certo rapporto con il suo ex compagno di squadra Cristiano Ronaldo. Analizzando la serata di Champions League su BT Sport, l’inglese ha avuto parole non certo lusinghiere per gli uomini di Pirlo. “La Juventus è stata orribile, hanno giocato davvero male. E sono anche fortunati ad essere tornati a casa con un gol segnato in trasferta. Il Porto è partito benissimo in entrambi i tempi e ha capitalizzato gli errori della Juventus. Hanno impostato la partita in quella maniera e hanno costretto la Juventus a sbagliare”.

(Photo by Daniele Badolato – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

NON LA VERA JUVE – Certo, la rete di Chiesa può essere fondamentale al ritorno, ma la vera Juventus, spiega Ferdinand, non è questa. Un concetto ribadito anche da un altro calciatore con un passato importante al Manchester United, Owen Hargreaves. L’ex centrocampista ha rincarato la dose: “Il gol fuori casa dà alla Juventus un’enorme possibilità di passare il turno, ma il Porto è stata di gran lunga la squadra migliore. La Juventus non sembrava assolutamente la Juventus stasera”. Insomma, il dibattito continua e anche lontano dall’Italia. A favore di Pirlo, però, ci sono i numeri delle “altre” Juventus con CR7, quelle di Allegri e Sarri. Per entrambi, neanche una vittoria in tre partite (Atletico, Ajax e Lione) di andata a eliminazione diretta. Dunque, forse, la Juventus del Maestro così diversa non è…