L'aneddoto di Nando De Napoli: “Io e la Ferrari di Maradona, che ricordo…”

In vista della sfida di domani sera tra Napoli e Milan, abbiamo incontrato Nando De Napoli, doppio ex, storico centrocampista del Napoli di Maradona. E’ stato un incontro cordiale, una chiacchierata tuttavia informale con una persona perbene che ha accettato di raccontarsi a cuore aperto. Ecco le principali dichiarazioni:

“Sono sceso da Reggio Emilia e sono in famiglia a Cusano San Domenico a trascorrere questo lockdown in famiglia. Ho avuto la fortuna di militare in una grandissima società come il Milan anche se purtroppo, ho giocato poco perchè spesso infortunato.”

Sacchi Arrigo
Getty Images

Gli inizi con Sacchi al Rimini

Sono arrivato a Rimini a 17 anni ed ho iniziato con mister Arrigo Sacchi, un martello, un allenatore molto preparato ed esigente, gli devo tanto. Credo di essere stato un mediano come Gattuso, Marchisio, alla Oriali, per intenderci sempre a disposizione per il bene della squadra. Ho vinto diversi titoli in carriera, ma vincere a Napoli ha un sapore diverso, è come vincere 5/6 scudetti altrove. Domani sera tiferò assolutamente per il Napoli.

Campionato aperto, Napoli in lizza per lo scudetto

Vedo un campionato più equilibrato, Milan, Inter, Roma, Lazio, potranno senza dubbio battere la Juventus ed il Napoli è in lizza per lo scudetto. Il centrocampo del Napoli è estremamente forte ed equilibrato, tutti hanno l’attitudine al recupero dei palloni un pò come me, Crippa, Romano, a parte Bagni che attaccava più spesso. Mi piace Gattuso, è stato un grandissimo centrocampista, ed ha fatto un ottimo percorso di allenatore. Avere un mister schietto e diretto è sempre stimolante e bello per un calciatore.

Napoli nel cuore

Una piazza straodinaria, piena di calore, solo chi ha giocato a Napoli può comprendere l’emozione che si prova. Un pubblico che ama la squadra, chi ha avuto il calciatore più forte al mondo merita di raggiungere i migliori risultati, chi gioca a Napoli ha una grande responsabilità.

Maradona

La storia della Ferrari di Maradona

Diego ha recentemente festeggiato i suoi 60 anni ed anche se ci ha fatto un po’ preoccupare per le sue condizioni di salute, sembra che il problema sia rientrato. Anche se ha fatto diversi errori nella sua vita, è una persona meravigliosa, buona e che ti vuole bene con sincerità. Una volta chiesi a Diego di venire nel mio paese Chiusano San Domenico, a conoscere i miei concittadini, mi diede la sua Ferrari F40 da provare per tornare a casa ma non riuscì mai a fare venire direttamente lui.

Tra Ferlaino e De Laurentiis

Ferlaino nel 1992 fu chiaro, stava attuando una rivoluzione della squadra e ci invitò ad accettare le offerte che provenivano dal mercato. E così andai al Milan. Se giocassi ancora a calcio, mi piacerebbe molto giocare nel Napoli di De Laurentiis, e poi visto che opera anche nel cinema, non si sa mai, avrebbe potuto scritturarmi per qualche film.

Il talento di Ciro Muro e il pronostico di Napoli – Milan

Se dovessi indicare un ex compagno che avrebbe potuto avere una carriera migliore, mi viene in mente Ciro Muro, un calciatore estremamente talentuoso che forse non ha avuto la carriera che avrebbe meritato. Per quanto riguarda il pronostico su Napoli Milan, credo che finirà 2-1 per i partenopei. Comunque vada, sempre Forza Napoli!