Laudrup non dimentica: “I tifosi? A Firenze ho visto scene assurde “

I ricordi dell’ex giocatore della Fiorentina nell’incredibile stagione 1992/93: “Eravamo secondi, poi Vittorio Cecchi Gori cacciò l’allenatore e…”

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Mentre qualcuno intravede fosche analogie tra la Fiorentina di oggi e quella della incredibile retrocessione del 1993, torna a parlare uno dei protagonisti di quella squadra. Nelle ultime ore Brian Laudrup, chiamato a commentare le dure contestazioni dei tifosi del Celtic nei confronti della squadra, ha ricordato: “So come ci si sente ad affrontare quel tipo di rabbia. Mi riporta alla mia stagione con la Fiorentina. C’era Batistuta, arrivammo io ed Effenberg dal Bayern Monaco e le aspettative erano alle stelle. Eravamo secondi in campionato (in una classifica molto corta, con 14 squadre comprese in soli 4 punti, ndr) poi dopo una sconfitta con l’Atalanta il figlio del proprietario licenziò il tecnico davanti alla squadra. Ed è iniziato il disastro” ha detto Laudrup al Daily Mail, citando poi un episodio: “Ricordo il ritorno da una trasferta con i giocatori più anziani preoccupati di quello che poteva accadere. Ci ritrovammo centinaia di persone che urlavano contro di noi lanciando cose contro l’autobus. Ci minacciavano con mazze da baseball, c’erano scene davvero frenetiche con la polizia in tenuta antisommossa. Uscii dallo stadio nascondendomi nel bagagliaio della mia auto, che guidò mio padre. A fine stagione tutto è precipitato e siamo retrocessi, io ho lasciato il club poco dopo” riporta lo Scottish Sun.
-> Differenze punti: male Fiorentina, Atalanta e Juventus

Pubblicità Numericalcio

LEGGI ANCHE:
– Numeri e curiosità sulla Serie A
– Tutte le classifiche del RANKING UEFA e RANKING FIFA
– Da Baresi a Pellissier, l’elenco completo dei numeri ritirati in Italia

– TUTTITALENTI.COM – Le schede dei giovani talenti