Lazzari: “Io, la Champions e il mio amico Cataldi. E quest'anno in Serie A…”

L’esterno della Lazio, Manuel Lazzari, ha rilasciato questa mattina alcune dichiarazioni a Lazio Style Radio su alcuni temi attuali in casa biancoceleste

Notizie Lazio: Manuel Lazzari

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

L’esterno della Lazio, Manuel Lazzari, ha rilasciato questa mattina alcune dichiarazioni a Lazio Style Radio su alcuni temi attuali in casa biancoceleste. Ecco le sue principali parole:

“Ho un ottimo rapporto con Cataldi, anche fuori dal campo. Quando siamo in ritiro dormiamo in camera insieme. Maradona? E’ una perdita molto grave per tutto il mondo, ha cambiato il calcio. Giusto ci siano i tre giorni di lutto e il minuto di raccoglimento su tutti i campi. In campionato non c’è una vera favorita quest’anno. La Juve ha sempre dominato ma quest’anno non c’è una squadra dominante. Noi faremo di tutto per farci trovare pronti fino alla fine”. 

PRIME VOLTE“Il mio primo gol in campionato è stato bello. Gli anni scorsi toccava sempre ad Immobile, quest’anno sono stato io ad aggiudicarmi la bottiglia di vino che vince il primo cannoniere della stagione. Contro lo Zenit potevo fare di più, angolare la palla. Ma non mi trovo molte volte in quella circostanze e allora non sono stato freddo, ma l’importante è stato portare a casa la vittoria che ci avvicina al passaggio del turno. L’esordio in Champions è emozionante, se penso che sono partito dalla serie D e l’obiettivo di tutti è arrivare a giocare la Champions. Sono però concentrato a continuare così. I miei momenti più belli sono l’esordio in Nazionale e in Champions”. 

LAZIO E COMPAGNI “Radu e Milinkovic sono due bravi compagni, il rumeno è davvero simpaticissimo. Non c’è un giorno che non ridiamo con lui. Per me la Lazio è un punto di arrivo. E’ una big italiana, lo capisci quando arrivi qui e giochi tutte le partite per vincere. Che sia contro la Juve o contro il Crotone, non c’è differenza. Questo avviene solo in queste realtà, mi piace molto essere a Roma. Abbiamo fatto un passo in avanti, vincendo trofei e conquistando piazzamenti importanti. Ci stiamo facendo valere in Italia e in Europa. Idoli? Da piccolo mi piaceva molto Kakà, oggi Alphonso Davies e Carvajal, Il 29 mi ha sempre portato fortuna ed è il giorno in cui siamo nati io e mia sorella”.

Notizie Lazio: Lazzari in goal
Notizie Lazio: Lazzari