Liverpool, poker e allungo City sorpassato dagli Spurs

I giocatori del Liverpool festeggiano uno dei quattro gol segnati al Newcastle. Getty

I giocatori del Liverpool festeggiano uno dei quattro gol segnati al Newcastle. Getty

Non stato un Boxing Day banale per la Premier: stato una mezza rivoluzione al vertice della classifica. Il 4-0 del Liverpool sul Newcastle era nella logica delle cose, ma alle spalle dei Reds che successo il finimondo: il Manchester City ha perso 2-1 a Leicester, mentre il Tottenham ha maramaldeggiato con il Bournemouth a Wembley. Morale: classifica stravolta. Liverpool leader a quota 51, Tottenham 45, Manchester City 44. La banda di Klopp ha ora sei punti di vantaggio sulla seconda, gli Spurs di Mauricio Pochettino, 11 gol in quattro giorni.

LIVERPOOL POKER
Ad Anfield esce la quaterna secca contro il Newcastle di Rafa Benitez. Gli ospiti pagano a caro prezzo l’occasione fallita da Joselu sullo 0-0. Lo spavento scuote il Liverpool a segno con Lovren all’11’. Il 2-0 matura su rigore: Salah al 47’ dal dischetto non perdona. Il Newcastle cola a picco e i Reds trovano prima il 3-0 di Shaqiri al 79’ sull’assist di Alexander-Arnold e calano poi il poker con una capocciata di Fabinho. La notizia del k.o. del Manchester City viene accolta con un boato da Anfield. La squadra di Klopp al giro di boa imbattuta.


city ko
Il secondo k.o. di fila (e terzo nelle ultime quattro partite) della banda di Guardiola matura a Leicester. Bernardo Silva porta avanti i campioni d’Inghilterra al 14’ sul servizio di Aguero, ma cinque minuti dopo Albrighton firma l’1-1 sul cross di Vardy. Il 2-1 di Ricardo all’81’ un capolavoro: splendida la rete dell’esterno, prelevato dal Nizza in estate. Nel finale, City in dieci per l’espulsione di Delph all’89’: fallaccio su Ricardo.

CINQUINA SPURS
Il Tottenham una macchina da gol. Dopo le sei reti all’Everton, cinquina al Bournemouth. L’inatteso protagonista del match il terzino Walker-Peters: il motore delle prime tre reti degli Spurs, segnate da Eriksen al 16’, da Son al 23’ e da Moura al 35’. Nella ripresa, gloria anche per Kane al 61’, sull’assist di Eriksen. Son al 70’ piazza la doppietta: 5-0, Tottenham secondo. Le parole di Pochettino: “Abbiamo avuto solo tre giorni per recuperare dopo la trasferta sul campo dell’Everton, ma siamo stati bravissimi. Siamo solo a met strada della fine della stagione. Nel ritorno, se mostreremo la stessa qualit e le stesse convinzioni, forse potremo brindare a traguardi importanti”.

IL RITORNO DI POGBA
L’addio di Mourinho ha rilanciato Paul Pogba, splendido protagonista del 3-1 del Manchester United sull’Huddersfield. I Red Devils passano al 28’ con Matic. Il raddoppio di Pogba al 64’ e al 78’ il francese concede il bis, con un tiro da lontano. Due gare, altrettante vittorie e Pogba rinato: Solskjaer partito benissimo. Mourinho solo un ricordo.

sarri torna a vincere
Sorride anche il Chelsea, che passa col Watford a Vicarage Road. Vantaggio Blues nel finale del primo tempo: break di Kovacic, tocco in verticale per Hazard che salta Foster e deposita in rete. Lo 0-1, per, non resiste neppure fino all’intervallo: al terzo minuto di recupero Pereyra pareggia i conti con un gol capolavoro, un destro al volo dal limite che non ammette repliche da parte di Kepa. La superiorit del Chelsea viene fuori nella ripresa: Hazard glaciale dal dischetto, decimo gol in campionato e Blues che tornano al quarto posto, a -4 dal City.

arsenal stoppato
I Gunners sprecano una ottima occasione per accorciare sulle prime tre della classe, non riuscendo ad andare oltre il pareggio sul campo del Brighton. La squadra di Emery parte nel migliore dei modi, passando in vantaggio al 7′ con il gol di Aubameyang, bravo a sfruttare il lavoro di Lacazette che riesce in qualche modo a far sbucare il pallone da un nugolo di difensori. Il Brighton, per, impatta al 35′ con la complicit di Lichtsteiner, che buca l’intervento di testa su un lancio dalla retrovie spalancando la via del gol a Locadia.

everton
L’Everton reagisce nel modo migliore dopo il 2-6 rimediato in casa con il Tottenham e vince 5-1 sul campo del Burnley. I gol: doppietta dell’ex romanista Digne (13’ e 71’), Mina (2’), Sigurdsson su rigore (22’) e Richarlison (93’). Il Burnley, in caduta libera, segna al 36’ con Gibson. Crystal Palace-Cardiff finisce 0-0. Nel match delle 13.30, pareggio contro il Wolverhampton per il Fulham di Ranieri.

Dal nostro corrispondente Stefano Boldrini 

© riproduzione riservata