Maehle, Eriksen, Kjaer e… Danesi d'Italia tra talenti, veterani e meteore

Il primo acquisto del mercato di gennaio arriva dalla Danimarca. Joakim Maehle, che l’Atalanta ha appena acquistato dal Genk, è destinato a ripercorrere in nerazzurro le orme di Castagne e a continuare la storia dei suoi connazionali in Serie A. Alcuni sono diventati degli idoli, per altri è stata decisamente più complicata.

di Portale Del Caclio

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

 (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

Il primo acquisto del mercato di gennaio arriva dalla Danimarca. Anzi, per essere precisi dal Belgio, ma se il passaporto è quello che conta allora Joakim Maehle è un vichingo doc. Il terzino, che l’Atalanta ha appena acquistato dal Genk, è destinato a ripercorrere in nerazzurro le orme di Castagne, che tra l’altro ha sostituito proprio in Belgio quando il difensore è stato portato in Italia dai bergamaschi. Per lui quindi un predecessore di un certo livello, ma anche il peso della storia. Del resto, negli ultimi decenni la Danimarca ha regalato diversi calciatori alla Serie A. Alcuni sono diventati degli idoli, per altri è stata decisamente più complicata.