Maldini: “Non è un Milan da Scudetto. Lilla? È un club fortissimo, da Champions”

News Milan, grandi notizie: ecco l’ultima decisione di Maldini

MILANO – Ai microfoni di Sky Sport è intervenuto Paolo Maldini. Ecco le parole del dirigente nel prepartita di Milan-Hellas Verona.

SULL’INFORTUNIO DI ROMAGNOLI – Quando si torna dopo tanto tempo ci può stare, non possiamo lamentarci, abbiamo fuori solo Musacchio”.

SUL MATCH DI QUESTA SERA –  “Mi auguro che il Milan giochi con coraggio, una sconfitta come quella come giovedì deve farci pensare ma non tornare indietro”.

SU IBRAHIMOVIC –Uno così lo è a 20/25 anni e lo è anche a 39. E’ la motivazione che ti eleva”.

Ibra

IL GESTO DELLO SVEDESE AL CAMBIO –Ci può stare che uno sia arrabbiato se non segna e perde la partita, c’è un po’ di frustazione personale perché Ibra è una persona orgogliosa, oltre all’amarezza di non aver raggiunto il risultato”.

SU CALABRIA –E’ un giocatore importante, l’anno scorso ha sofferto alcune cose. Lo conosco dai tempi del settore giovanile perché giocava con mio figlio. I ragazzi possono vivere alti e bassi anche in base allo stato d’animo”.

SU LOVATO – E’ un giocatore molto interessante, giovane, ha una struttura importante, i giocatori giovani e forti sono visionati, non da noi purtroppo”.

SUI RINNOVI – La prossima è una settimana senza impegni, ma non so se succederà qualcosa”.

SULLO SCUDETTO –Non potrò essere dispiaciuto se non avremo vinto lo scudetto, lo sarò se non avremo fatto il massimo. Sarebbe una cosa fantastica per tutti, non solo per me”.