Marotta: “C’è delusione, ma Conte sta migliorando l’Inter. Il futuro..”

Le parole dell’ad nerazzurro

Beppe Marotta, CEO Sport dell’Inter, è intervenuto ai microfoni di DAZN prima del fischio d’inizio della gara contro il Cagliari. Queste le sue dichiarazioni: “L’incontro è stata consuetudine, avviene quotidianamente. Si è analizzato il momento nell’ottima positiva di una giusta autocritica e con una visione ottimistica del futuro. Eriksen? Non è stato affrontato, è competenza dell’allenatore: fa parte della rosa, è a disposizione con professionalità. E’ giusto che l’allenatore valuti se schierare uno o l’altro: oggi gioca ed è la testimonianza che tutti sono utili. Stagione positiva solo con lo scudetto? No, è un ciclo iniziato l’anno scorso. Non voglio parlare di progetti o percorsi: tutto è migliorabile. C’è delusione per essere usciti e condiziona il sentimento di tutti noi in società e dei tifosi, che sono quelli che vivono per questa fede. Abbiamo l’obbligo di dare il massimo dell’impegno per raggiungere traguardi importanti.

Getty Images

Dobbiamo migliorarci per forza, ma io che sono dentro e che valuto ogni giorno il lavoro dico che questo ciclo è finito parzialmente l’anno scorso con la finale di Europa League e il secondo posto: quest’anno sta continuando, siamo stati eliminati da una competizione. Ne sono rimaste due che dobbiamo onorare al meglio, ma devo sottolineare anche che il lavoro dell’area tecnica sta producendo miglioramenti in vista di un lavoro futuro. A gennaio? Voi parlate di costruzione, io rifiuto il termine: stiamo migliorando, quando si è eliminati e altri passano vuol dire che c’è differenza. Il lavoro è stato importante, ha portato segnali di crescita evidenti: dobbiamo continuare ancora, la delusione è accompagnata da autocritica. Ci sono margini di miglioramento”.