Marotta: “Eriksen era chance di mercato. Ma la parola chiave è 'funzionale'…”

Pochi minuti al fischio d’inizio di inizio di Sassuolo-Inter. I nerazzurri – dopo la brutta prestazione in Champions League – devono reagire ed al Mapei Stadium di Reggio Emilia saranno ospiti della squadra di Roberto De Zerbi, grande sorpresa di questo inizio di stagione.

Beppe Marotta, Getty Images

Prima del match ha parlato ai microfoni di Sky Sport l’amministratore delegato dell’Inter Giuseppe Marotta“Ogni gara deve essere giocata per vincere. Ora siamo in un momento di difficoltà, possiamo superare il momento solo essendo squadra, e posso dare questa garanzia. Certo il risultato positivo ci aiuta ad uscire da queste problematiche, dobbiamo limitare gli errori”.

Vidal“La stagione è molto difficile e anomala, una cosa è il cammino in Champions e uno in campionato. Abbiamo ancora 30 gare da poter giocare, e le prestazioni di tutti devono essere più convincenti, ma Conte lo sa e sta lavorando bene sotto questo punto di vista”

Dimensione Inter – “Col Real eravamo in dieci dopo trenta minuti e con un calcio di rigore contro. Questo ha lasciato un segno evidente nel corso della gara. Non cerchiamo alibi, possiamo fare meglio, ma siamo solo all’inizio. Ci sono ancora tanti punti a disposizione, siamo ottimisti”.

Eriksen – “Cerchiamo giocatori funzionali, ci sono quei casi in cui alcuni giocatori risultano non esserlo. A gennaio scorso abbiamo colto una grande opportunità di mercato. Esistono delle difficoltà, ma l’allenatore ha diritto di mettere in campo chi gli dà più garanzia. A gennaio se non avrà giocato alcune partite potrà chiedere la cessione e faremo delle scelte, cercando una soluzione che faccia a caso nostro”.

Impegni – “C’è anche uno stress psico-fisico della squadra legato a questi continui impegni. Abbiamo terminato il 21 di agosto e alcuni sono subito andati con la nazionale. Ci si rende conto che oggi questa situazione ci sta pesando di più rispetto ad altri club”.

Difesa – “L’anno scorso eravamo la seconda migliore difesa del campionato, quest’anno siamo il miglior attacco. Va rimarcata la facilità con cui ci fanno gol, con azioni riconducibili a errori nostri. Occorre maggiore attenzione. L’allenatore troverà i giusti accorgimenti: sarà lui a dover dare risposte a sé stesso, ma anche qui l’analisi è parziale”

Siamo LIVE ora su YouTube. Entra a commentare la partita con noi

freccia