Napoli, dilemma Ospina. L'agente rivela: “Contatti con Boca e Monterrey…”

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Per Rino Gattuso è David Ospina il perno della porta del Napoli, nonostante in squadra gli azzurri possano vantare il talento di Alex Meret. Dal momento dell’arrivo in panchina del tecnico dopo Carlo Ancelotti, il colombiano è divenuto titolare praticamente inamovibile e la sua permanenza non dovrebbe essere messa in discussione. Tuttavia, club interessati al calciatore non mancano.

Il suo agente, Lucas Jaramillo, ha parlato a DeportesRCN.com del presente e delle prospettive di Ospina: “Il calcio è fatto da 30 mani per 11 magliette ed è una montagna russa. Mantenersi titolare nei top club non è facile. David è un grande portiere e con una grande fiducia in se stesso. Per l’Arsenal lui rappresenta un affare importante, dopo aver disputato una grande stagione e la migliore di un portiere in quella squadra, hanno preso Petr Cech e per Ospina è diventato difficile essere titolare”.

Il presente di Ospina al Napoli

Ospina agente
Ospina (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Rispetto all’attualità,  l’agente Jaramillo commenta: “Ora è nel Napoli, dove ha lottato a tu per tu con Meret e mi sembra che stia vincendo il duello. Gattuso gli ha dato fiducia e gli piace. David sa giocare con i piedi e ciò piace all’allenatore. Il Napoli ha un’alternativa importante con Meret e sicuramente penseranno a cosa dovranno fare con lui. Saranno decisioni che prenderemo in estate”.

Boca Juniors e Monterrey sul portiere colombiano

Ospina al Boca Juniors? In Argentina dicono qualsiasi cosa. In passato c’è stato un interessamento, hanno chiesto di lui. Tuttavia, quando arriviamo ai numeri, le contrattazioni decadono sempre perché in Europa David ha un buon contratto e in Sudamerica è una cosa difficile. Però l’interesse c’è stato, il Boca ha voluto David Ospina così come il Monterrey, però – conclude Jaramillo le ultime indiscrezioni non sono vere.”

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER