Pandev idolo di Macedonia: “Io eroe? No, è merito di tutti. Ora la salvezza con il Genoa”

Pandev e la Macedonia all’Europeo: “Se devo metterla su un podio, la metto insieme alla finale di Champions con l’Inter che rimarrà sempre nel mio cuore”.

GENOA, ITALY – SEPTEMBER 20: Goran Pandev of Genoa scores a goal during the Serie A match between Genoa CFC and Fc Crotone at Stadio Luigi Ferraris on September 20, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

Goran Pandev è di nuovo a Genova dopo l’impresa realizzata con la sua Nazionale: la storica qualificazione al prossimo Europeo: “Eroe di un popolo? No, siamo tutti eroi perché è merito di tutti. È un’emozione bellissima, il sogno si è avverato dopo vent’anni anni che gioco in Nazionale. Finalmente si è realizzata una cosa che la Macedonia sognava da trent’anni. Sono riuscito a fare quest’impresa e sono felicissimo di esserci riuscito alla fine della mia carriera. Ancora non ci crediamo, però ci siamo anche noi a questo Europeo”, le parole riportate da Il Secolo XIX.

Goran Pandev (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Ma le altre dichiarazioni di Pandev, riportate da Primocanale Sport sono tutte per il Genoa: “Mondiale? Un passo alla volta, adesso voglio concentrarmi solo sul Genoa, c’è ancora tanto tempo. Ho parlato col mister, sono tornato prima dagli impegni con la Nazionale dal momento che devo recuperare. Ho una certa età, permettere anche a quei compagni che hanno giocato finora meno di trovare maggiore spazio è la scelta migliore. Prossimo sogno? Portare il Genoa alla salvezza”. Pandev andrà a rinforzare col suo entusiasmo un attacco che ha perso Pjaca per alcune settimane ma che ha ritrovato Shomurodov ormai recuperato.