Paratici: “Sarri? I giudizi non sono presi su una singola partita”

TORINO – Il dirigente della Juventus Fabio Paratici ha parlato intervistato dai microfoni di Sky Sport prima della partita contro il Lione.

TIFOSI – “Senza tifosi è sempre difficile ma sono alibi che non ci prendiamo. E’ una partita bella da giocare, un obiettivo da raggiungere, andare a Lisbona. Giochiamo questa gara con il gusto di giocare la Champions League, che è differente da tutto il resto”.

SARRI – “Sarri ha ripetuto quello che avevo detto nei precedenti pre-partita, i giudizi su allenatore, giocatori e dirigenti non vengono fatti su una partita, adesso concentriamoci su questa partita per arrivare a Lisbona e giocarci la Final Eight. Avanti con Sarri? Certo, ma noi siamo concentrati sul giocare questa partita per arrivare a Lisbona. Basta”.

DIRIGENTI – “Io credo che quando sei alla Juve, sai che sei sotto osservazione. E’ un piacere avere questo tipo di responsabilità, questo lo impari qua non lo sai da prima, viviamo quotidianamente con questo tipo di ragionamenti, ci conviviamo, e ci fa piacere.”

SCELTA SARRI – “Sarei ha fatto molto bene diverse stagioni, ha fatto vedere un bel
Calcio e dimostrato di meritare di essere l’allenatore della Juve.”

RONALDO – “Cristiano sta come sempre molto bene, ancora meglio quando gioca la Champions che sente come la sua competizione. L’ha dimostrato tante volte, è una competizione con aria diversa e la sente sua.”

SQUADRA – “Bisogna fare un plauso a tutti quelli che lavorano e hanno lavorato nella Juventus. La Juventus è Campione d’Italia da 3000 giorni grazie al lavoro di tutte queste persone. Non bisogna scordarselo.” Ma attenzione perché, proprio dopo la durissima batosta Champions, arrivano voci pesantissime in casa bianconera. Fallimento totale, adesso basta: Agnelli ribalta tutto! >>>VAI ALLA NOTIZIA

 

 

 

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA JUVENTUS! <<<