Riecco Parma-Bologna '05 e l'ultimo spareggio di A

Alberto Gilardino esulta dopo il gol nello spareggio contro il Bologna. Ansa

Alberto Gilardino esulta dopo il gol nello spareggio contro il Bologna. Ansa

Quelle… ultime volte. Parma-Bologna è terra d’Emilia ed è ricordo di due tappe finali (una definitiva, l’altra chissà) che rappresentano un po’ il passato e il presente delle due squadre. Oggi il Parma (21 punti) non ha l’ansia da prestazione come può averla un Bologna (punti 12) che ancora una volta vede la gara come una sorta di spareggio. Quelle “ultime volte” rimaste impresse sono due: 14 giugno e 18 giugno 2005, gara di andata e ritorno prima al Tardini e poi al Dall’Ara. Fu l’ultimo spareggio della storia della A. E poi: domani sarà esattamente un anno che il Bologna non vince in trasferta (22 dicembre 2017, Chievo-Bologna 2-3).

RIBALTONE
A Parma ricordano perfettamente cosa successe quell’anno. E a Bologna pure. Gioia e disperazione, da una parte e dall’altra, arrivarono di conseguenza. Non fu una annata facile quella del campionato 2004-2005: in tutti i sensi. Le due squadre arrivarono al ballottaggio che si giocò appunto in due gare: il Bologna, allenato da Mazzone, nella prima partita al Tardini (contro un Parma imbottito di 17-18enni) vinse 1-0 con gol di Tare. Pareva una passeggiata ma nel ritorno del 18 giugno il Parma affidato da poco a Gedeone Carmignani ribaltò tutto: Frey parava come se non ci fosse un domani, il baby (allora) Gilardino e Cardone firmarono il 2-0 che spedì il Bologna in serie B. I due allenatori, squalificati e in tribuna per le intemperanze dell’andata, vissero gli antipodi delle emozioni.


UN ANNO FA, DESTRO
Anche per questo tassello di storia Parma-Bologna ha il suo perché. E mentre i ducali attendono buone notizie per il rientro di Gervinho, Inzaghi si arrovella: Destro da subito, considerando le quattro gare di fila in pochi giorni (i rossoblù hanno pareggiato martedì scorso contro il Milan), o avanti con Santander come centravanti? Quantomeno ci sarebbe la cabala da seguire, pensa qualcuno: perché l’ultima volta che il Bologna vinse in trasferta fu proprio con due gol di Destro. Da allora, ovvero da un anno esatto, i rossoblù hanno giocato fuori dal Dall’Ara 18 gare (fra Donadoni e Inzaghi stesso) raggranellando 5 pareggi e 13 sconfitte. Un anno da non festeggiare. Oppure sì, si vedrà.

 Matteo Dalla Vite 

© riproduzione riservata