Rivera come Ibra, attacca il videogioco Fifa: “Li porto in tribunale”

Anche Gianni Rivera ha attaccato il popolare videogioco FIFA

di Redazione Il Milanista

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

MILANO – L’ex giocatore del Milan e della Nazionale Gianni Rivera tramite il suo profilo Instagram ha emesso un comunicato. Il motivo? La protesta delle settimane passate di Zlatan Ibrahimovic con EA Sport, accusata dallo svedese di sfruttare la sua immagine senza pagarlo. Ecco il post del  Campione d’Europa del 1968:

COMUNICATO GIANNI – Ho letto in questi giorni le dichiarazioni di Zlatan Ibrahimovic che condivo, perché come me, ha constatato che all’interno del popolare videogioco “FIFA” – EA Sports, venduto in tutto il mondo dalla Electronic Arts, si è fatto e si fa utilizzo del proprio nome e della propria immagine senza osservare delle specifiche regole previste.  Ho per anni chiesto conto degli utilizzi riguardanti il mio nome e la mia immagine alla Electronic Arts all’interno dei videogiochi senza ricevere risposta. Non solo, le numerose diffide non hanno minimamente mutato la condotta della Electronics Arts. Non è giusto, sia per il calciatore che per il suo fan e noto che il problema coinvolge calciatori in attività e non. Ho chiesto allo Studio Segreto in Roma di dare corso al mandato giudiziale per risolvere in tribunale questa spiacevole vicenda che oramai perdura da troppi anni”.