Roma, Julio Sergio non dimentica: “Scudetto 2010 la delusione più grande”

Intervistato sulle pagine del Corriere della Sera, edizione Roma, l’ex portiere giallorosso Julio Sergio ha ricordato una delle stagioni più deludenti della sua carriera. Si tratta dell’annata 2009/10, quando il club capitolino si è visto soffiare nelle ultime giornate lo scudetto da un’imbattibile Inter di José Mourinho che nella stessa stagione riuscì a conquistare lo storico Triplete entrando nella storia del calcio europeo. Ecco l’intervista dell’ex calciatore:

Nella storia, però, è quasi entrato: nel 2010 con Claudio Ranieri in panchina.
“È stata la delusione più grande della mia carriera, uno scudetto svanito per 45 minuti sbagliati, contro la Sampdoria. L’Inter era un’avversaria enorme, e infatti vinse il triplete”.

Sa che oggi sono 10 anni esatti dalla vittoria all’Olimpico contro i nerazzurri?
“Ho ricordi straordinari di quella serata, che boato al gol di Toni. Quella sera iniziò un sogno, eravamo fortissimi”.

Nella Roma ha conosciuto molti allenatori. Con chi si è trovato meglio?
“Ranieri è un gentleman, Spalletti aveva le sue idee, Luis Enrique l’ho avuto pochi giorni, con Garcia ho avuto un rapporto sincero. Mi ha detto: “Non ti posso far giocare perché è una scelta della società”. Ho apprezzato anche Montella: mi ha detto che preferiva Doni e io l’ho accettato”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Giroud: “Il progetto dell’Inter mi interessava. Partenza a giugno? Vedremo”. Conte dona 12 computer all’Ospedale di Torino