Ronaldo, la dura vita da presidente: “Soffro ora ciò che non ho sofferto da calciatore”

L’ex attaccante è il presidente del Real Valladolid

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

“Ciò che non ho sofferto come calciatore, lo sto soffrendo come manager”. A sentirla dire da uno come Ronaldo, che di sofferenze in carriera per via dei tormentati infortuni al ginocchio ne ha patiti parecchi, questa frase assume certamente un valore diverso. L’attuale presidente del Real Valladolid, tutto sommato sta svolgendo un ottimo lavoro anche da dirigente, dal momento che si ritrova al timone di una piazza relativamente piccola, che le sue soddisfazioni in Liga se le sta comunque togliendo.

Intervenuto ai microfoni di jovempan, ecco la rivelazione del Fenomeno brasiliano che scherza sul suo nuovo lavoro: “Ciò che non ho sofferto come calciatore, lo sto soffrendo come manager. Sogniamo in grande, questa è una città di 350 mila abitanti, una folla di 2 milioni. Abbiamo una grande responsabilità. Alla fine della scorsa stagione, sono andato in vacanza e tutti i miei valori erano alte: colesterolo, pressione del sangue. Tutto ad alta voce. Ho sofferto molto”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

LIVE Inter ora per ora – Fontana: “Juve-Inter a porte aperte? Monitoriamo”. Young si racconta