Sacchi vs Van Basten e… Quando tra giocatori e tecnici non va tutto bene

Guerra e pace: le liti fra calciatori e allenatori sono all’ordine del giorno. E le conseguenze sono le più disparate: dalla rottura, all’addio di uno dei due protagonisti. Oppure sono propedeutiche alla costruzione di una vittoria. E il calcio italiano, anche di recente, mostra parecchi esempi.

di Portale Del Caclio

‘);
var parserUA = new UAParser();
var resultUA = parserUA.getResult();
var device = resultUA.device.type;
}

van_basten_sacchi
Arrigo Sacchi e Marco Van Basten non andavano d’accordo, lo sanno anche i muri di Milanello. E lo conferma l’olandese nelle sue ultime dichiarazioni: “Non c’è mai stato feeling personale tra me e lui. Non mi ha mai dato l’impressione di essere onesto nei rapporti umani”. Il guru di Fusignano, forte dei trofei vinti e della sua idea di gioco, chiede la testa dell’attaccante, giustificando la cessione anche in funzione di uno stato fisico non perfetto. Il tecnico teme che le caviglie dell’olandese non possano reggere molto a lungo. Sacchi non aveva tutti i torti, ma neanche il Milan, che decide di dire addio all’allenatore e trattenere Van Basten vincendo ancora tantissimo. Del resto, le liti tra calciatori e allenatori sono all’ordine del giorno e le conseguenze sono le più disparate: dalla rottura, all’addio di uno dei due protagonisti, alla vittoria. E il calcio italiano, anche di recente, mostra parecchi esempi.