Stipendi Napoli, pagata la mensilità di marzo. Multe, De Laurentiis non va avanti nell’arbitrato

Aurelio De Laurentiis (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

L’edizione odierna de Il Mattino si sofferma sulle questioni riguardanti stipendi e multe in casa Napoli. Come promesso durante i festeggiamenti per la vittoria della Coppa Italia, ieri è arrivato il pagamento della contesa mensilità di marzo. A dire il vero, quasi nessun club ha pagato ai propri tesserati. E se, come promesso da De Laurentiis a Gattuso, anche gli stipendi di aprile e maggio verranno corrisposti per intero entro la fine di agosto, davvero i giocatori del Napoli riceverebbero un trattamento di lusso, rispetto a tanti altri colleghi di serie A.

Multe Napoli, De Laurentiis non va avanti nell’arbitrato

De Laurentiis
Aurelio De Laurentiis (Getty Images)

Come già da tempo raccontato, le multe per l’ammutinamento della notte con il Salisburgo sono in un angolo. Praticamente dimenticate da dicembre, da quando è arrivato Gattuso. Dopo l’invio delle sanzioni e la nomina dell’arbitro da parte della società, Bruno Piacci, i calciatori hanno individuato ciascuno il proprio arbitro. Gli arbitrati sono in totale 24. Servirebbe la nomina del terzo arbitro per risolvere le singole controversie e arrivare al lodo: ma nessun collegio è stato completato. Da allora, ovviamente il Napoli, avrebbe dovuto sollecitare i presidenti dei tribunali di Roma e Napoli (competenti per gli arbitrati) per la nomina del terzo arbitro. E nessuno lo ha fatto. A testimonianza che il Napoli non ha intenzione di dare seguito alla richiesta di pagamento delle sanzioni. Ed era stata, anche questa, una promessa di De Laurentiis: non pensate alle multe, pensate a vincere e a rialzare la testa.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!