Tackle Di Canio: “Lukaku assente, segna solo contro le piccole…”

La stessa disamina l’aveva già spiegata in altre occasioni, e questa sera ha avuto pane per i suoi denti. In collegamento con lo studio di Sky Calcio Club, Paolo Di Canio ha attaccato la prestazione di Romelu Lukaku in Juventus-Inter, risultato del tutto assente durante tutto il corso della gara. Ecco le sue dichiarazioni, anche in merito alla prova di Eriksen.

Lukaku – “Per me Lukaku non è una sorpresa, lo è per voi. Lui segnerà ancora, magari arriverà ad una media di un gol a partita a fine campionato, ma solo con le piccole, dove può far incidere la sua fisicità. Questo è quello che ho sempre detto e visto io nei sette anni di Premier League. Poi magari migliorerà, ha ancora davanti tanti anni di carriera, ma oggi non mi ha sorpreso”.

Eriksen – “Sarà una mia idea, ma non so se Eriksen piaccia così tanto a Conte. Nel Tottenham giocava in un calcio totalmente libero, dove poteva permettersi di perdere anche 2-3 palloni sanguinosi. È come Hazard, un giocatore taciturno, tranquillo, che non fa polemiche particolari. Così però può essere peggio, perché fatichi ad avere un confronto con lui, si chiude in sé stesso. Ora è qui da 50 giorni, è stato determinante solo con il Ludogorets, giocando in una zona più sua. Conte vuole calciatori perfettamente inseriti nel suo meccanismo, che rispondano in un certo modo”.

Commenta tutte le news con i tifosi su Telegram: ci sono già più di 2.000 interisti!

Le PAGELLE di Juventus-Inter 2-0: nerazzurri spariti dal campo. Lukaku da horror