Zenga e la panchina dell'Inter: “Un sogno che va sempre perseguito”

Walter Zenga continua ad essere senza squadra dopo l’esperienza vissuta in Sardegna alla guida del Cagliari e conclusasi non senza qualche piccola polemica. L’Uomo Ragno, però, non guarda indietro e, anzi, pensa al futuro ammettendo di avere una voglia incredibile di rimettersi in gioco alla guida di qualche club. Intercettato dai microfoni di Sky Sport a margine dei Globe Soccer Awards a Dubai, il tecnico ha rilasciato qualche dichiarazione piuttosto interessante.

Zenga: “Mi manca allenare. Ho ancora un sogno…”

Zenga
Zenga (Getty Images)

“Ognuno di noi deve avere un sogno che deve essere sempre perseguito e seguito”, ha esordito Zenga facendo riferimento al suo desiderio mai tenuto nascosto di diventare, un giorno, allenatore dell’Inter. “Poi a volte i sogni non vengono realizzati, però durante il percorso hai delle soddisfazioni che si chiamano Crotone, Cagliari, Palermo, Catania, Sampdoria, e tante altre cose”. E a proposito di squadre allenate, ecco che il desiderio più grande in questo momento è quello di rimettersi in gioco: “Se mi sto godendo il riposo? Eh, il riposo non si gode mai. Siamo persone che sono abituate sotto lo stress, quindi quando ti manca il lavoro ti manca tutto. Mi manca la quotidianità, lo spogliatoio, le discussioni, anche le polemiche che ovviamente fanno parte della nostra vita”.